Capatect-Klebe-und Spachtelmasse 190

Collante e rasante minerale ad alta adesività

Descrizione

Malta premiscelata in polvere a base di leganti minerali.

Campo di Applicazione

Incollaggio e rasatura armata pannelli isolanti in EPS grigio ed EPS misto bianco/grigio (percentuali di EPS grigio superiori al 50%), poliuretano, lana di roccia, fibra di legno, fibra di canapa.
Realizzazione di rasature armate su intonaci.
Rasatura su elementi in calcestruzzo e calcestruzzo armato.

Proprietà del materiale

  • Ottima adesione direttamente su lastre isolanti, su cemento, laterizi e intonaci minerali e/o prerivestiti, ma stabili e puliti
  • Alta resistenza agli agenti atmosferici
  • Basso assorbimento di acqua
  • Reazione al fuoco: ininfiammabile o scarsamente infiammabile in accordo con la struttura del sistema Capatect ETICS utilizzata.
  • Idrorepellente secondo DIN V 18550
  • Diffusivo verso il vapore acqueo
  • Elevato tempo aperto
  • Alta stabilità della malta fresca
  • Eco-compatibile
  • Formula ottimizzata dal punto di vista granulometrico
  • Legante minerale con promotore di adesione

Imballaggi

Sacco da 25 kg.

Colori

Grigio chiaro

Magazzinaggio

Il prodotto è confezionato in idonei imballi. Ogni confezione è specificatamente etichettata e riporta il codice di produzione che identifica l’impianto e il periodo di produzione. Il prodotto deve essere tenuto al fresco, ma al riparo dal gelo, nelle confezioni originali ben chiuse. Nelle confezioni originali sigillate la stabilità è garantita per sei mesi. Svuotare completamente container e silos prima dei lunghi periodi di fermo (pausa invernale).

Conducibilità termica

≤0,45 W/mK (P50); ≤0,49 W/mK (P90)
- secondo EN 998-1 (tabulati)

Densità apparente

Ca. 1,4 kg/dm3

Granulometria massima

1,0 mm

Resistenza alla diffusione del vapore acqueo

µ ≤ 25 - secondo EN 998-1

Permeabilità all'acqua (valore w)

≤ 0,2 kg/(m2 h0,5), W2 - secondo EN 998-1

Resistenza alle tensioni sotto flessione

3,6 MPa (valore medio)

Resistenza a compressione

7,6 MPa (valore medio)

Supporti idonei

Murature prive di intonaco o con intonaco minerale. Rimuovere i rivestimenti organici. Irruvidire i rivestimenti minerali portanti per migliorarne l’aderenza.

Preparazione del substrato

Il fondo deve essere asciutto, pulito, portante, esente da residui di pitture o intonaco sgretolati. e da sostanze distaccanti.
Rivestimenti minerali difettosi e scrostanti vanno eliminati il più possibile.
Punti cavi nell’intonaco devono essere scrostati e intonacati a raso della superficie con Capatect Klebe-und Spachtelmasse 190. Superfici minerali sabbianti e sfarinanti devono essere pulite a fondo fino alla sostanza solida e ricoperte con una mano di AmphiSilan Tiefgrund LF o Histolith Silikat-Fixativ.

Preparazione del materiale

Versare ca. 5-6 litri d’acqua in un contenitore e aggiungere a poco a poco l’intero contenuto del sacco, rimescolando accuratamente con un agitatore adatto (max. 400 giri/min).
Mescolare fino ad ottenere una massa priva di grumi, miscelare in ogni caso per almeno 5 minuti. Lasciare maturare per ca. 10 minuti e rimescolare ancora una volta.
Per la miscelatura si può anche utilizzare un mescolatore a passaggio forzato o intonacatrici adeguate.

Rapporto di miscelazione

Aggiungere il 20-24% di acqua, corrispondente a circa 5-6 litri per ogni sacco da 25 kg.

Metodo di applicazione

In linea generale trovano applicazione le nostre istruzioni per l’impiego per sistemi di coibentazione termica a cappotto e accessori della linea Capatect.

Incollaggio dei pannelli isolanti:
Applicare intorno al bordo del pannello una striscia di prodotto larga ca. 5 cm, e 3 cumuli grandi come il palmo di una mano al centro della parte posteriore del pannello isolante. La quantità di collante applicata, in base alle tolleranze del sottofondo, deve essere variata in modo tale da raggiungere almeno il 40% della superficie di contatto dell’incollatura.
Con la massa collante è possibile compensare eventuali aplanarità fino a 1 cm massimo.
Incollare i pannelli isolanti spingendoli in giunzione dal basso verso l’alto e premere energicamente. Non fare entrare la massa collante nei giunti pannello. Assicurare una posa perfettamente allineata e perpendicolare.

Rasatura armata:
Levigare eventuali sfalsamenti esistenti sui giunti dei pannelli isolanti ed eliminare la polvere di levigatura. Dopo l’applicazione del salvaspigolo sugli intradossi di finestra e sugli spigoli, nonché dell’armatura diagonale sugli spigoli delle aperture di facciata, viene applicato il prodotto, di volta in volta più o meno nella larghezza della rete, in uno strato corrispondente ai 2/3 dello spessore richiesto, annegando poi la rete in fi­bra di ve­tro Capatect con almeno 10 cm di sovrapposizione. In seguito applicare ancora una volta a spatola bagnato su bagnato il rasante Capatect Klebe- und Spachtelmasse 190, in modo da assicurare una copertura della rete su tutta la superficie. Lo spessore complessivo deve essere di circa 3-4 mm.

Restauro di facciate:
Le superfici devono essere portanti, pulite ed asciutte. Applicare sul materiale isolante uno strato pieno ed omogeneo (ca. 3 mm) di Capatect Klebe- und Spachtelmasse 190 e posare immediatamente i teli di rete Capatect 650 sormontando i bordi di 10 cm. Con la taloscia far aderire la rete al rasante senza esercitare una pressione eccessiva e non sui sormonti, quindi ricoprire la rete applicando ulteriore rasante.
Applicare eventualmente, dopo essiccazione, una seconda mano di Capatect Klebe- und Spcahtelmasse 190, con consumo totale pari a 4-4,5 kg/m2, tenendo comunque presente che la rete deve trovarsi nel terzo esterno della rasatura, o quantomeno nel mezzo della stessa. Lo spessore totale può arrivare fino a circa 4-6 mm.

Consumo/Resa

Consumi medi teorici:
- Incollaggio: 4-4,5 kg/m2
- Armatura: circa 4,5 kg/m2 per pannello in polistirolo espanso rigido; circa 5,0 kg/m2 per pannello in lana minerale.
- Risanamento intonaco: a seconda della struttura del fondo, determinare mediante prova campione.

Le quantità di consumo indicate si basano su valori empirici e non sono vincolanti. L’effettivo consumo dipende da diversi fattori. I consumi esatti possono essere determinati solo mediante prova pratica sulla superficie specifica.

Lavorabilità

Il tempo di utilizzo è di circa 2-2,5 ore, e varia in funzione delle viverse condizioni ambientali.
Il materiale che ha già iniziato a fare presa non deve mai essere nuovamente reso utilizzabile mediante l'aggiunta di acqua.

Condizioni di applicazione

Temperatura minima per l’applicazione: +5°C, massima +30°C (aria, supporto, prodotto). Umidità relativa massima consentita: 80%.
Non applicare sotto l'azione diretta del sole, su superfici calde, in presenza di forte vento, pioggia, nebbia, pericolo di gelate notturne e in generale con temperatura inferiore a + 5° C (aria, supporto, prodotto) senza adottare provvedimenti preventivi.
Queste condizioni devono permanere per almeno 2 giorni dopo l’applicazione eseguita.

Essiccazione/Tempo di essiccazione

A + 20 °C e 65% di umidità relativa dell’aria almeno 2-3 giorni. Per evitare l’esposizione alla pioggia durante la fase d’essiccazione, coprire le facciate eventualmente con teloni. In particolare durante il periodo freddo dell’anno e con elevata umidità dell’aria, occorre tener conto di tempi di essiccazione più lunghi.

Pulizia degli utensili

Subito dopo l'uso con acqua.

Indicazioni di pericolo/Consigli di prudenza (Stato alla data di pubblicazione)

Provoca irritazione cutanea. Provoca gravi lesioni oculari. Può provocare una reazione allergica cutanea. Può irritare le vie respiratorie. Tenere fuori dalla portata dei bambini. In caso di consultazione di un medico, tenere a disposizione il contenitore o l'etichetta del prodotto. Evitare di respirare la polvere. Indossare guanti/indumenti protettivi/Proteggere gli occhi/il viso. IN CASO DI CONTATTO CON LA PELLE: lavare abbondantemente con acqua e sapone. IN CASO DI CONTATTO CON GLI OCCHI: sciacquare accuratamente per parecchi minuti. Togliere le eventuali lenti a contatto se è agevole farlo. Continuare a sciacquare. IN CASO DI INALAZIONE: trasportare l’infortunato all'aria aperta e mantenerlo a riposo in posizione che favorisca la respirazione. Contattare un CENTRO ANTIVELENI/un medico in caso di malessere. Contiene: Cemento Portland – Clinker; Diidrossido di calcio; Polvere di combustione di cemento Portland.

Smaltimento

Non smaltire il prodotto insieme ai rifiuti domestici. Non immettere nelle fognature. Il materiale deve essere smaltito in conformità con le norme locali. Porre particolare attenzione nel caso di smaltimento di sfridi di materiale in cantiere: attenersi alle procedure standard previste. Conferire a riciclaggio solo le confezioni svuotate con residui di prodotto. Smaltire residui di materiale indurito come rifiuti di costruzione e demolizione.