Prodotti | Sistemi a Cappotto | Rasanti e collanti speci... | Capatect Sockelflex Carb...

Capatect Sockelflex Carbon

Collante e rasante impermeabilizzante, bicomponente rinforzato con fibre di carbonio

    Campo di Applicazione

    Per l’incollaggio di pannelli isolanti nell’area della zoccolatura e perimetrale, in particolare su supporti bituminosi e per la realizzazione di intonaci armati di pannelli isolati in polistirene espanso ed estruso nell’area della zoccolatura e sotto il livello del suolo. Ideale protezione dall’umidità da stendere sopra il materiale in cui viene annegata l’armatura e sopra gli intonaci strutturali sotto il livello del suolo.

    Proprietà del materiale

    • Rinforzato con fibre di carbonio
    • Impermeabile all’acqua
    • Resistente al gelo
    • Resistente ai sali neutri e a soluzioni di sale antigelo
    • Diffusivo al vapore acqueo
    • Resistente agli alcali
    • Molto elastico (crack bridging)

    Tipo di prodotto/Veicolo

    Copolimeri di resine sintetiche in dispersione.

    Imballaggi

    Confezioni da 18 Kg.
    Componente A: 9,0 kg; Componente B: 9,0 kg (3 x 3,0 kg).

    Magazzinaggio

    Il prodotto è confezionato in idonei imballi. Ogni confezione è specificatamente etichettata e riporta il codice di produzione che identifica l’impianto e il periodo di produzione. Il prodotto deve essere tenuto al fresco, ma al riparo dal gelo, nelle confezioni originali ben chiuse. Nelle confezioni originali sigillate la stabilità è garantita per un anno.

    Resistenza alla diffusione del vapore acqueo

    µ=1350

    Diffusione del vapore - spessore di aria equivalente sd

    Ca 2,7 m; Classe V3 -
    secondo DIN 52615 (applicazione 2 mm)

    Permeabilità all'acqua (valore w)

    0,02 kg/(m²h0,5); classe W3 (bassa) - secondo EN 1062

    Supporti idonei

    Il requisito per l’applicazione di un isolamento nell’area della zoccolature e/o perimetrale è la predisposizione da parte del committente di una barriera per l’umidità adatta alle sollecitazioni prevalenti, corrispondente o equiparabile a quanto previsto dalla norma DIN 18195 relativamente a ”umidità del suolo”, "acqua non in pressione” e "acqua in pressione”. Le misure volte alla predisposizione di barriera e isolamento termico non rendono superflue eventuali misure necessarie ai fini della deviazione dell’acqua mediante drenaggio secondo la norma DIN 4095 in caso di "ristagno di acqua” o di "acqua che eserciti costantemente una pressione”. La barriera per l’umidità verticale deve estendersi sino a 30 cm circa dal livello del suolo, come da DIN 18195.

    Preparazione del substrato

    Il supporto deve essere asciutto, pulito, piano, portante ed esente da sostanze distaccanti. (Attenersi alla norma austriaca ÖNORM) I supporti bituminosi devono essere lasciati essiccare per un tempo sufficiente e risultare completamente asciutti.

    Metodo di applicazione

    Barriera per l’umidità applicata con pennello/spatola
    Nel primo caso Capatect Sockelflex Carbon viene diluito con max. 10% di acqua e applicato con un pennello o una spazzola. (Non applicare quantità inferiori a quelle indicate). Nel secondo caso Capatect Sockelflex Carbon viene steso con uno spessore minimo di 2 mm. (Non applicare quantità inferiori a quelle indicate).

    Ciclo di applicazione

    Incollaggio di pannelli isolanti Capatect
    Applicare Capatect Sockelflex Carbon sul retro del pannello, formando una striscia perimetrale continua larga 6 cm lungo il bordo e tre cumuli grandi quanto il palmo di una mano al centro. La quantità di collante e l’altezza della striscia devono variare a seconda delle tolleranze del supporto in modo tale che la superficie di contatto con il collante sia min. 40%. Il collante consente di compensare irregolarità non superiori a +/-1 cm. In caso di supporti piani sotto il livello del suolo, il collante può essere applicato sul supporto anche con una spatola dentata da 10 x 10 mm. Per evitare la formazione di una pellicola preparare solo la quantità di collante necessaria per la posa dei pannelli. I pannelli vengono posati sul supporto in modo che combacino, procedendo dal basso verso l’alto, premendoli saldamente gli uni contro gli altri ed esercitando e una lieve spinta. Non disporre alcun collante nei giunti di testa dei pannelli. Disporre i pannelli allineati e a piombo.

    Applicazione dell’intonaco di fondo
    Una volta posizionato il paraspigoli su intradossi e spigoli, nonché l’armatura diagonale sugli angoli delle aperture della facciata, applicare Capatect Sockelflex Carbon con una spatola dentata (10 x 10 mm), mantenendo la stessa larghezza dei teli della rete, e annegare la rete in fibre di vetro Capatect con una sovrapposizione di min. 10 cm. Quindi stendere ancora una volta Capatect Sockelflex Carbon bagnato su bagnato, ricoprendo l’intera superficie della rete. Lo spessore complessivo dello strato di intonaco di fondo è pari a (spessore nominale) 3 mm e la rete è annegata all’incirca nel mezzo.

    Consumo/Resa

    • Collante:  4,0 kg/m² circa
    • Armatura:  3,8 kg/m² circa
    • Spessore nominale strato 3 mm.
    • Barriera applicata a pennello: 1,0 kg/m² circa
    • Barriera applicata a spatola: 1,3 kg/m² circa/per mm di spessore dello strato

    Essiccazione/Tempo di essiccazione

    A + 20 °C e 65 % di umidità relativa Capatect Sockelflex Carbon è asciutto in superficie. E’ completamente asciutto e sollecitabile dopo 2-3 giorni. I tempi si allungano in presenza di una temperatura più bassa e di un’umidità più elevata.

    Pulizia degli utensili

    Subito dopo l’uso con acqua.

    Nota

    In linea generale si applicano anche le nostre istruzioni per la posa di sistemi di isolamento termico a cappotto e accessori Capatect. Per evitare tracce di sovrapposizioni, applicare bagnato su bagnato in un’unica soluzione. Per mantenere le caratteristiche speciali del prodotto, non miscelare Capatect Sockelflex Carbon con altri prodotti. Per proteggere il materiale durante l’essiccazione coprire eventualmente con dei teli. Proteggere la facciata da vento forte e luce solare diretta. Per evitare il ristagno di acqua, far defluire l’acqua piovana dall’edificio con misure costruttive.

    Indicazioni di pericolo/Consigli di prudenza (Stato alla data di pubblicazione)

    Componente A: In caso di contatto con gli occhi o la pelle, lavare immediatamente e abbondantemente con acqua. Contiene 1,2-benzisotiazol-3(2H)-one. Può provocare una reazione allergica.
    Componente B:
    Provoca irritazione cutanea. Provoca gravi lesioni oculari. Può provocare una reazione allergica cutanea. Può irritare le vie respiratorie. In caso di consultazione di un medico, tenere a disposizione il contenitore o l'etichetta del prodotto. Tenere fuori dalla portata dei bambini. Non respirare la polvere. IN CASO DI CONTATTO CON LA PELLE: Lavare abbondantemente con acqua e sapone. IN CASO DI CONTATTO CON GLI OCCHI: sciacquare accuratamente per parecchi minuti. Togliere le eventuali lenti a contatto se è agevole farlo. Continuare a sciacquare. Contattare un medico in caso di malessere. Trattamento specifico (vedere su questa etichetta). In caso di irritazione della pelle: consultare un medico. Conservare in luogo asciutto. Smaltire il prodotto/recipiente in conformità con le disposizioni locali o nazionali. Contiene Cemento Portland, composti chimici; Polvere di combustione, cemento Portland; Esacalcio-esaossi-tris-(2-solfato)-(12)-dialluminato

    Basso contenuto di cromati ai sensi della Direttiva 2003/53/CE. Valore limite di soglia rispettato grazie all’aggiunta di sostanze riducenti fino a 6 mesi dalla data di produzione (v. numero lotto).

    Smaltimento

    Dopo l'utilizzo non disperdere i contenitori nell'ambiente. Smaltire il prodotto/recipiente in conformità alla regolamentazione locale/nazionale. Conferire i contenitori con residui di prodotto liquido ai punti di raccolta rifiuti per pitture e smalti. Smaltire residui di prodotto indurito nei punti di raccolta di sfridi/materiali edili.