REACH

Il 1° luglio 2007 è entrato in vigore il regolamento europeo relativo ai prodotti chimici.
Il regolamento REACH Nr. 1907/2006 (registrazione, valutazione, autorizzazione dei prodotti chimici) è stato fino ad oggi l'attività di armonizzazione più grande compiuta in Europa per quanto concerne la chimica. Questo regolamento segue il principio: "senza dati nessun mercato!" secondo il quale possono essere trasportate (quindi vendute) solo sostanze chimiche che sono state precedentemente registrate. REACH si basa sulla responsabilità dell'industria chimica riguardo alle scelte che compie e vale per tutti i prodotti chimici. Responsabilità dell'industria significa anche che produttori e importatori si fanno carico della sicurezza dei loro prodotti chimici. Deve essere garantito che tutti gli utilizzi dei loro prodotti siano sicuri, senza che vi siano rischi per la salute di chi li utilizza o dei consumatori dei beni finiti, oltre che dell'ambiente. 

Perché è necessario REACH?

Perché è necessario REACH?

Fino al 1981 non esisteva alcun processo di valutazione delle sostanze chimiche all'interno della UE. Tutte le sostanze registrate all'interno del mercato Europeo sono ora considerate come "sostanze esistenti". Solamente dal 1982 per le nuove sostanze è stato introdotto l'obbligo di esaminarle e descriverle prima della loro immissione sul mercato. Con il regolamento REACH, in futuro, saranno disponibili informazioni adeguate riguardo gli effetti sulla salute umana e sull'ambiente per la maggior parte delle sostanze esistenti

Quali sono gli obiettivi del REACH?

Quali sono gli obiettivi del REACH?


Gli obiettivi principali del REACH sono la salvaguardia e la protezione della salute umana e dell’ambiente dai rischi derivanti dalle sostanze chimiche. Inoltre dovrebbe essere mantenuta e implementata la competitività delle industrie chimiche Europee. Tutte le sostanze chimiche acquistate all’interno del mercato UE devono essere registrate. Per le sostanze che sono già presenti sul mercato può essere richiesto, dopo la fase di pre-registrazione, un periodo di transizione fino ad undici anni. Senza registrazione le nuove sostanze in quantità superiore ad 1 t/anno non possono essere né prodotte, né importate all’interno della UE. Questo si applica non solo alle singole sostanze chimiche, ma anche alle sostanze presenti nelle miscele (precedentemente chiamate “preparati”) e negli articoli. Come utilizzatore a valle, DAW ha ulteriori obblighi da soddisfare secondo REACH, impegnandsi in sfide importanti, tra cui principalmente:

  • testare la sicurezza dell’applicazione delle sostanze nei nostri prodotti
  • produrre ragionevoli misure di gestione dei rischi
  • comunicare le misure di gestione del rischio e dell’applicazione sicura dei nostri prodotti ai clienti

 
L’articolo 33 del REACH regola gli obblighi per comunicare le informazioni ai clienti lungo la catena di approvvigionamento. Tale obbligo sussiste in caso di sostanze o miscele classificate pericolose, o nel caso di miscele contenenti al loro interno sostanze/miscele con classificazione di pericolosità o presenti nella candidate list in quantità superiori a 0,1%.
Le informazioni vengono fornite tramite la Scheda Dati di Sicurezza del prodotto. Il consumatore deve ricevere le informazioni necessarie per l'uso sicuro del prodotto, che devono essere fornite a titolo gratuito entro 45 giorni dalla richiesta.

Quali sono gli obiettivi di DAW?

Quali sono gli obiettivi di DAW?

DAW supporta gli obiettivi del REACH e lavora attivamente per il suo sviluppo. Condividendo questi obiettivi, si ritiene che il REACH non abbia effetti negativi su proprietà, composizione e qualità dei prodotti; essi infatti continuano ad essere formulati, sviluppati e forniti ai clienti DAW con la stessa qualità di sempre. Naturalmente tutti i prodotti commercializzati dal gruppo soddisfano tutti i requisiti legali previsti.

Quando saranno disponibili Schede di Sicurezza conformi al REACH?

Quando saranno disponibili Schede di Sicurezza conformi al REACH?

I riferimenti per le "nuove" Schede di Sicurezza possono essere consultati nell'Articolo 31 in combinazione con l'Allegato II (Linee guida per la redazione delle Schede di Sicurezza) del regolamento REACH. In aggiunta, sono state elaborate anche linee guida REACH per la redazione di Schede di Sicurezza Estese (e-SDS). Non è previsto un regolamento transitorio per l'implementazione dei requisiti delle nuove Schede di Sicurezza. Una volta che la registrazione sarà conclusa, le informazioni aggiuntive verranno incluse nella Scheda di Sicurezza (es. il numero di registrazione); sarà redatta, dove necessario, una Scheda di Sicurezza Estesa, nella quale saranno inclusi gli scenari espositivi rilevanti. Le nostre Schede di Sicurezza saranno aggiornate una volta disponibili tutte le informazioni appropriate, ricevute dai nostri fornitori al di sopra della catena di approvvigionamento.

Tutti i prodotti DAW sono stati registrati?

Tutti i prodotti DAW sono stati registrati?

Secondo il regolamento REACH, DAW è un utilizzatore a valle (ogni persona fisica o giuridica stabilita nella Comunità diversa dal fabbricante o dall'importatore che utilizza una sostanza, in quanto tale o in quanto componente di un preparato, nell'esercizio delle sue attività industriali o professionali). Il prodotti realizzati e venduti da DAW sono principalmente miscele per cui non è prevista una registrazione (necessaria solamente per le singole sostanze contenute). L'obiettivo di DAW è registrare tutte le sostanze utilizzate attraverso i fornitori (es. produttori e importatori) di tali sostanze. In queste registrazioni si prenderanno in considerazione tutti i settori di utilizzo dei clienti del gruppo.

Quali sono le sostanze definite “estremamente preoccupanti” (Substances of Very High Concern - SVHC)?

Quali sono le sostanze definite “estremamente preoccupanti” (Substances of Very High Concern - SVHC)?

Ogni sei mesi ECHA pubblica una lista aggiornata di sostanze candidate alla classificazione come sostanza SVHC (http://echa.europa.eu/it/candidate-list-table), tali sostanze sono ritenute particolarmente pericolose per la salute dell'uomo e per l'ambiente, e si raccomanda di eliminarle al più presto dal ciclo produttivo. L'inventario di tali sostanze è regolarmente controllato dal gruppo DAW, sulla base della lista fornita da ECHA.

REACH e CLP

REACH e CLP

Il regolamento (EC) 1272/2008 (definito in genere Regolamento CLP) riguardante classificazione, etichettatura e imballaggio di sostanze e miscele, entrato in vigore il 20 Gennaio 2009, sostituisce il precedente titolo XI del regolamento REACH. Tutti i riferimenti in tale regolamento sono stati opportunatamente modificati. Il regolamento GHS/CLP trasferisce il Sistema Globale Armonizzato UN (Globally Harmonised System - GHS) in un regolamento UE.Il REACH migliora il database per l'implementazione del regolamento GHS/CLP, poiché le informazioni riguardanti classificazione ed imballaggio delle sostanze da registrare devono essere anche trasmesse. 

Queste informazioni sono contenute in un nuovo indice di classificazione ed etichettatura, che rende la diffusione e la qualità delle autoclassificazioni ancora più trasparente. Se una sostanza soddisfa le caratteristiche di pericolosità definite dal regolamento, deve - al pari delle miscele - essere opportunamente classificata ed etichettata. Il Regolamento CLP è alla base dei sistemi di calcolo della pericolosità di miscele e sostanze, che vengono comunicate agli utilizzatori a valle attraverso le Schede dati di Sicurezza (SDS) e sulla etichettatura dei prodotti.